Home

Chi Siamo

Cosa Facciamo

Ricerca

Progetti

Formazione

News

Aiutare l'Anucss

Links

Dove siamo

COSA FACCIAMO>>Allevamento>>Come Alleviamo

di:   Sabrina Gasparri  (Responsabile Allevamento e Presidente A.N.U.C.S.S.)

 

STUDIO GENETICO 

Dal momento in cui è nostra intenzione ottenere una cucciolata da cui selezionare un cucciolo con le caratteristiche più adatte per essere instradato in un percorso di preparazione di un Cane Sociale, risulta vantaggioso partire dall’accoppiamento di genitori con le dovute predisposizioni genetiche e caratteriali.  

Studi genetici e di riproduzione consanguinea condotti ad esempio da Pfaffenberger  per l’identificazione di cuccioli che diventeranno cani guida per non vedenti, hanno riscontrato l’ereditarietà dei seguenti tratti temperamentali, propri di cuccioli estremamente collaborativi ed equilibrati, con nessuna propensione a mordere o a fuggire.

Quindi i tratti temperametali trasmissibili sono:  

   - Spiccata curiosità per l’ambiente e gli oggetti nuovi

2)     - Reazioni indagatrici nei confronti di rumori nuovi

3)     - Buona tolleranza al contatto fisico

4)     - Attitudine spontanea per la gente

5)     - Facilità ad imparare

6)     - Retrieving test (riporto della palla o di altro oggetto)  

Pertanto la scelta del cane parte da uno studio delle linee di sangue che attraverso la selezione ha prodotto più soggetti con tali caratteristiche.

 

SCELTA DEI GENITORI

I genitori oltre alle ovvie caratteristiche di salute e quindi esenzione dai principali difetti ereditari (nei retriever displasia del gomito, delle anche, tare oculari, patologie cardiache), dovranno possedere un buon carattere e per questo intendiamo mancanza di aggressività nei confronti dell’uomo, nessun segno di ansietà ed ipereccitazione, un temperamento vivace e ben disposto ad imparare. Infatti è stato provato che se la cagna soffre di stress avrà la tendenza non genetica ma congenita a influenzare il futuro comportamento dei suoi piccoli

 

  

GESTIONE DELLA GRAVIDANZA 

Una fase importante da non sottovalutare è il periodo prenatale, in quanto il piccolo, ancora nell’utero materno, incomincia ad interagire con l’ambiente. Ci si è accorti che, quando la madre è sottoposta ad uno stress di qualunque tipo (ad esempio negli studi si è ricorso ad un petardo) presenta contrazioni diverse e in questo momento osservando le reazioni dei cuccioli ci si accorge di un’agitazione sotto forma di movimenti dall’alto al basso e rotazioni.

Altri studi effettuati sui gatti hanno dimostrato che cuccioli massaggiati attraverso carezze dolci sul ventre della madre nella terza e ultima parte della gestazione hanno sviluppato dopo la nascita una maggiore tolleranza alla manipolazione rispetto a quei cuccioli la cui madre non è stata massaggiata.

Il tipo di allevamento riveste un ruolo importante per il nascituro. Infatti un allevamento in batteria dove le cagne si riproducono ogni sei mesi e vivono in vaschette di plastica non sono le condizioni ottimali per favorire l’equilibrio e le performance del cucciolo che nascerà

Pertanto bisogna fare in modo che la cagna viva in un ambiente protetto, lontana dallo stress, affinché lo stato emotivo e il comportamento esploratorio del cucciolo che nascerà siano ottimali.

 

SVILUPPO E IMPRINTING

Un corretto sviluppo inizia già per mano dell’allevatore nei primi giorni di vita del cucciolo. Esso deve essere manipolato dolcemente in modo da non indurre reazioni a ritrarsi o bloccarsi. Se la madre è ben disposta nei confronti dell’uomo bisogna accarezzare i cuccioli mentre stanno succhiando il latte.

Bisogna creare un ambiente visivo stimolante per la cagna ed i cuccioli e questo vuol dire non relegarli in cantina o in garage oppure come detto prima un allevamento in batteria. Si collocheranno nel loro spazio vari oggetti e giochi non pericolosi per i piccoli. L’ambiente dovrà essere luminoso durante il giorno ed avere una radio sempre  accesa.

I cuccioli dovranno rimanere insieme alla madre ed i fratelli almeno fino a otto settimane di vita. E’ la madre che insegnerà loro tutti quei comportamenti che faranno di lui un cane equilibrato e capace di interagire correttamente con i suoi simili. La madre lo correggerà quando il suo morso durante i giochi sarà stato eccessivo attraverso dei ringhi o rivoltandolo a pancia all’aria. Quando i giochi tra fratelli diventeranno troppo rumorosi o violenti sarà la madre a intervenire per ristabilire la quiete e rivolterà il cucciolo lasciandolo libero solo quando si sarà calmato.

Se manca tutto questo o perché la madre non è in grado di occuparsene o perché il cucciolo viene allontanato troppo presto ci troveremo di fronte a cani adulti che non sapranno controllare i loro morsi oppure saranno in una continua eccitazione.

 

SCELTA DEL CUCCIOLO 

La scelta del cucciolo avverrà intorno alle 8/12 settimana in base alle caratteristiche precedentemente elencate, osservando singolarmente ogni cucciolo da solo. In particolare un futuro cane da impiegare in programmi di AAA/T/E dovrà avere un’attitudine spontanea per la gente, una buona tolleranza al contatto fisico ed ai rumori nuovi, disponibilità ad imparare.

Per effettuare tale scelta molti allevatori propongono l’utilizzo di Tests, le cui risposte alle diverse prove vengono annotate e valutate. La loro validità è comunque discussa, in quanto sono strumenti da considerare con  una certa prudenza.

Un Test dei più conosciuti è quello introdotto da W. E. Campbell, il quale in base alla valutazione delle reazioni a diversi stimoli ha classificato i cani in cinque gruppi: i rissosi, gli indipendenti, gli obbedienti, i teneri e di paurosi. In particolare vengono prese in considerazione principalmente le seguenti caratteristiche:

-      - Attrazione sociale

-      - Attitudine a seguire

-      - Risposta alla costrizione

-      - Dominazione sociale

-      - Dominanza mediante sollevamento

 

I cuccioli, così selezionati,  saranno impiegati nei programmi dell’Associazione, mentre gli altri cuccioli verranno ceduti alle famiglie che ne hanno fatto richiesta, le quali avranno la possibilità di godere della compagnia di un cane che ha ricevuto un corretto imprinting dalla madre e  dall’allevatore. In ogni caso, successivamente, l’Associazione sarà sempre disponibile a fornire assistenza ai neo proprietari per poter proseguire una corretta educazione del cucciolo.

 

Home

Chi Siamo

Cosa Facciamo

Ricerca

Progetti

Formazione

News

Aiutare l'Anucss

Links

Dove siamo

 
Per contattare l'Associazione (invia una mail)

Per contattare l'Ufficio Stampa

Contatta  l'Ufficio Stampa ANUCSS per comunicazioni inerenti trasmissioni  radiotelevisive, articoli, interviste, eventi, ecc.

A.N.U.C.S.S. (onlus): 
Sede Legale: Via  Cresila, 30 - 00124 - Roma   
Centro Attività: Via Lonato, 62 - 00188 - Prima Porta - Roma (PIANTINA)
Contatti:  Tel: 06.64531205 - Fax: 06.78344811 - Cell.:  339/2037615 (Sabrina G.) – 335/6876403 (Claudio d.C.) - 347/8225228 (Francesca A.)

 
Per messaggi contenenti domande o commenti su questo sito Web, contattare il  webmaster
© Copyright 2001-2013  Associazione Nazionale Utilizzo del Cane per Scopi Sociali - onlus
I materiali contenuti nel presente  sito sono di proprietà dell'A.N.U.C.S.S. ONLUS ed il loro utilizzo  sotto qualsiasi forma è sotto tutela della legge sul diritto d'autore. 
Ne è quindi consentita esclusivamente la consultazione ad uso personale.
I marchi registrati sono proprietà delle rispettive Associazioni/Enti/Organizzazioni/Società, ivi comprese le eventuali informazioni e/o le immagini, comunque tratte da pubblicazioni, siti Internet e materiale di pubblico dominio per il quale non sia espressamente prevista la limitata divulgazione e/o la vietata riproduzione.
        

Pagina aggiornata il: 11-01-15.